Home Settori di intervento

Settori d'intervento: area politiche del lavoro

Arca è impegnata nella realizzazione di iniziative e nella gestione di una serie di servizi che hanno come obiettivo l’inserimento ed il reinserimento lavorativo di varie categorie di utenza quali: ex-tossicodipendenti, minori in stato di detenzione, portatori di handicap psichici e fisici, altri soggetti con disagio sociale.

Le azioni sono dirette a favorire l’orientamento, la formazione professionale e l’inserimento lavorativo, attraverso la ricerca costante sul territorio di opportunità lavorative e di educazione al lavoro.

Vedi Progetti Fondi Sociali Europei.

Vedi Sportello Immigrati.

Settori d'intervento: area psichiatria

Nell'ambito dei programmi di residenzialità sanitaria assistita (ASR) previsti dalla legge n.32/1994, Arca gestisce i servizi socioassistenziali all’interno di strutture della ASL di Firenze e della Valdinievole.

 

Nello specifico la cooperativa interviene all’interno di centri diurni, gruppi appartamento e strutture residenziali.

 

Questi ultimi si dividono in strutture terapeutico-riabilitative, socio-riabilitative ad elevata intensità assistenziale e socio-riabilitative a minor intensità assistenziale. La complessa problematica della salute mentale richiede l'elaborazione di uno specifico Progetto Obiettivo al quale è demandata la definizione degli obiettivi specifici e delle linee di intervento.

La finalità generale è quella di  migliorare la qualità della vita e l'integrazione sociale dei soggetti con malattie mentali.

 

Arca gestisce inoltre servizi di assistenza domiciliare infermieristica a pazienti psichiatrici, con l’obiettivo di sostenere le famiglie, evitando ricoveri ed ospedalizzazioni, e di promuovere l’autonomia e lo sviluppo di relazioni importanti.

 

Arca ha costitutuito, nel 2000,  insieme ad altre importanti realtà cooperative toscane,  Rosalibri S.r.l. una società che ad oggi gestisce 3 strutture: la Comunità residenziale per pazienti psichiatrici “A. Ponticelli” di Panzano in Chianti, la  RSA Rosa Libri di Greve in Chianti e la  RSA Naldini Torrigiani ubicata a Tavarnelle Val di Pesa.

Settori d'intervento: area disabilità

Arca organizza e gestisce interventi volti all'integrazione dei soggetti disabili attraverso progetti di riabilitazione, sia in ambito familiare, sia all’interno di strutture.

 

Le molteplici attività previste all’interno delle strutture rispondono alle finalità di progetti individualizzati predisposti in collaborazione con il Gruppo Multiprofessionale competente, con gli specialisti e Assistenti sociali di riferimento, per il recupero delle capacità residue, il mantenimento di autosufficienze di base, lo sviluppo dell'autonomia e delle attitudini personali, nonché di relazioni significative.

Il servizio di assistenza domiciliare è rivolto a diversamente abili che si trovino nelle condizioni fisiche, psichiche e familiari che non consentono loro di condurre una vita sufficientemente autonoma. L'intervento è integrato con la rete di servizi volti a facilitare la vita di relazione e ad evitare, per quanto possibile, il ricorso alla istituzionalizzazione. Il servizio comprende, oltre all'intervento domiciliare, anche attività inerenti l'assistenza ed il supporto educativo dentro e fuori la scuola.

Settori d'intervento: area minori

Arca sviluppa interventi di sostegno volti ad assicurare il diritto dei minori ad essere educati in famiglia attraverso attività di prevenzione, promozione e sostegno.

 

La cooperativa è impegnata a potenziare la rete delle strutture di accoglienza con progetti volti alla gestione di comunità educative e centri diurni.

Ai servizi Educativi domiciliari e scolastici si aggiunge la gestione di strutture residenziali e semiresidenziali quali le Comunità Educative per Minori “Casa Sassuolo” e il “Mandorlo”.

Vedi anche Ludoteca Meyer.

Settori d'intervento: area giovani e dipendenze

Arca progetta e attiva da molti anni interventi nel campo della prevenzione delle varie forme del disagio giovanile operando nei Centri Giovani e nei centri di aggregazione, oltre che nelle attività di sostegno individuale.

 

Arca è inoltre attiva nell’area della tossicodipendenza gestendo strutture volte alla riabilitazione e al recupero dei soggetti tossicodipendenti.

Settori d'intervento: area anziani

Arca cooperativa sociale gestisce diverse strutture per anziani, per un totale di circa 10 servizi tra  R.S.A, R.A. e centri diurni con particolare attenzione alle problematiche connesse alla malattia di Alzheimer ed alle demenze senili.

 

In molti comuni gestisce servizi di assistenza domiciliare a persone autosufficienti e non (circa 1000 utenti), con l'obiettivo prioritario di mantenere il legame degli anziani con il loro territorio, la famiglia, gli affetti.

Arca cooperativa sociale inoltre è presente nella rete degli sportelli informativi per anziani attivi in vari Comuni della provincia di Firenze.

 

Arca ha costitutuito, nel 2000, insieme ad altre importanti realtà cooperative toscane,  Rosalibri S.r.l. una società che ad oggi gestisce 3 strutture: la Comunità residenziale per pazienti psichiatrici “A. Ponticelli” di Panzano in Chianti, la  RSA Rosa Libri di Greve in Chianti e la  RSA Naldini Torrigiani ubicata a Tavarnelle Val di Pesa.

Settori d'intervento: area infanzia

Arca Cooperativa Sociale, gestisce dal 1989 Nidi d’infanzia, Centri gioco educativi, Centri dei bambini e dei genitori, Servizi domiciliari, nidi aziendali e altri servizi integrativi, sia per conto di numerose Amministrazioni Comunali sia privatamente, per un totale di circa 55 servizi.

 

Nel corso degli anni Arca ha sviluppato forti competenze progettuali che l’hanno messa  in condizione di rispondere sempre meglio ai bisogni ed alle sollecitazioni provenienti dagli Enti Locali e dalle famiglie stesse, promuovendo servizi innovativi volti a conciliare una elevata qualità pedagogica con risposte flessibili e diversificate.

Arca Cooperativa Sociale si è sviluppata mediante iniziative che hanno come denominatore comune la volontà di confrontarsi con progetti ad alta integrazione e qualità, privilegiando un’assunzione di responsabilità gestionale sempre più ampia.